Atletica, quei record così clamorosi. Tre centesimi e sarebbe crollata la barriera dei 43″ sui 400, il primato del martello e dei 10mila femminili

(v.zagn.) Il sudafricano Wayde Van Niekerk riscrive la storia dell’atletica, con 43″03, migliora di 15 centesimi il limite mostruoso di Michael Johnson, 43″18, risalente ai Mondiali di Siviglia ’99. L’americano correva impettito, come nessuno nella storia, spalle dietro, è stato il migliore, sembrava imbattibile, invece… L’ultimo 150 del sudafricano è stato incredibile.

E poi il primato della polacca Anita Wlodarczyk nel martello, oro e oltre un metro di miglioramento. Il record dei 10mila femminili, altri due primati crollati in stagione.