Archivi categoria: Basket

Questo è l’archivio. Dal 20 ottobre tutto è solo su vannizagnoli.it. Grazie a Silvia e ai sostenitori

Dal 20 ottobre 2016, è attivo il nuovo sito vannizagnoli.it, con youtube. Grazie da Silvia e Vanni Zagnoli. E soprattutto dagli amici.

Il sito all’indirizzo attuale non sarà più aggiornato. Tutti gli articoli pubblicati sono stati trasferiti sulla nuova piattaforma e rimarranno comunque qua come ulteriore archivio.

Tuttosport, basket. E’ sempre la Reggio degli italiani: Della Valle super con 10/13 al tiro, Cervi ne fa 17, Aradori 16. I 3 stranieri sono di contorno. In Puglia arriva Goss

(v.zagn.) Reggio vince anche in trasferta, con il solito Amedeo Della Valle, 3-4 da tre nel secondo parziale. Brindisi è senza Moore per oltre un mese, arriva Phil Goss e manca anche Donzelli. I pugliesi avanzano sul 17-12, la Grissin è profonda e precisa e piazza il il 4-16 con Della Valle (nella foto). Carter e Joseph firmano il 48-46, Agbelese il 57-51 del 26’. Aradori, l’ottimo Cervi e Gentile valgono il 68-74 del 35’. L’ultimo sussulto è sulla tripla di English.

BRINDISI-REGGIO EMILIA 78-82
Brindisi: English 3 (0-2 1-3), Scott 19 (9-19 0-2), Cardillo, M’Baye 22 (9-12 1-2), Carter 18 (3-5 3-7); Spanghero 3 (0-2 1-4), Joseph 8 (1-5 2-6), Sgobba, Agbelese 5 (2-2); ne Invidia, Donzelli e Fiusco. All. R. Sacchetti.
GRISSIN BON: Needham 2 (1-3 0-1), Della Valle 26 (5-5 5-8), Aradori 16 (4-7 2-3), D. James 2 (1-3), Cervi 17 (7-12); De Nicolao 3 (1-5 da 3), S. Gentile 7 (2-6 0-1), Polonara 3 (0-1 1-4), Lesic 6 (2-2 0-2); ne Strautins. Allenatore: Menetti.
Arbitri: Boninsegna, Martolini, Seghetti.
Note: parziali 21-18, 38-42, 61-60.
Tiri: da 2 B 24-47, R 23—39; da 3 B 8-24, R 9–24; liberi B 6-9, R 9-11. Rimbalzi: B 36 (13 off; 8 Scott), R 32 (7 off, Aradori 7). Recuperi: B 7 (Joseph), R 4. Perse: B 13 (4 Spanghero), R 15 (4 James). Assist: B 18 (English 6), R 14 (4 Gentile). 5 falli: Cervi. Spettatori: 3500 circa.

A cura di Francesco Delendati

Tuttosport, basket. Grissin Bon-Banco di Sardegna 86-80. Sassari è avanti a lungo con Odom e altri 4 in doppia cifra. Buoni sprazzi di Needham, Lesic e anche di Delroy James, ma sono decisivi Polonara e gli altri italiani

La stesura originale del commento per Tuttosport

VANNI ZAGNOLI

Vince Reggio, sotto per oltre tre quarti di gara, grazie alla difesa del secondo tempo e all’ultima frazione di Polonara (in copertina), contornato dalle triple di Della Valle e Gentile. Insomma, è sempre la Grissin Bon degli italiani.

Con Sassari resta una partita speciale, dalla bellissima finale di un anno e mezzo fa, agguantata dalla Dinamo a gara7, negli ultimi 2’, dopo l’intera serie a inseguire. I sardi sono stati anche gli unici a vincere a Reggio in regular season, la scorsa stagione, stavolta ci vanno vicini. Il PalaBigi sarà pronto tra un mese, per Cantù, intanto i biancorossi emigrano al PalaDozza, come per l’Eurochallenge del 2014, dominata.

La squadra di Pasquini, unico allenatore e gm, comanda dall’inizio, dal 5-12 di Lydeka, Polonara regala un vantaggio isolato alla Grissin. Johnson Odom ruba palla al 18enne Strautins, appena entrato, e schiaccia il 13-21: é il dominatore del primo tempo, con 6/7, per una squadra che all’intervallo vanta 12 assist contro 3. Due infrazioni di passi di fila impediscono a Reggio di pareggiare, così il Banco vola sul 26-37 con Stipcevic, approfittando dell’1/14 emiliano da tre. Alla ripresa lo strattone della Grissin, con Aradori, la verve di Della Valle e una stoppata di Cervi, ma sul +1 Sassari riprende il largo con la tripla di Sacchetti: è alla 300^ partita con il Banco, in tribuna fa sorridere il papà Romeo, allenatore del triplete sassarese, adesso a Brindisi, accanto a Matteo Boniciolli, che proverà a riportare in A la Fortitudo. Delroy James e Needham autografano l’altra fiammata, il play americano segna 9 punti nel 3° parziale ma fatica in difesa. Il Banco soffre l’atletismo della Grissin eppure ripassa con Carter.

Anche Lesic entra nel match, gli arbitri tuttavia abusano dell’antisportivo, ne fischiano 2 a De Nicolao, che così deve uscire definitivamente, nonostante abbia appunto solo quei due falli. Il nuovo metro non convince. Il finale è bellissimo, con due triple di Gentile e una di Lesic, cui risponde Odom, con due consecutive. Polonara sembra portarla dalla parte di Reggio, con anche una stoppata, ma Stipcevic con 5 punti e Savanovic resistono riportano avanti il Banco. Achille mette 4 liberi di fila per l’82-80. Johnson Odom fa 0/2 dalla lunetta e Needham cattura il rimbalzo e azzecca i personali della sicurezza.

REGGIO EMILIA-SASSARI 86-80
GRISSIN BON: Needham 12 (4-6 1-4), Della Valle 12 (2-4 2-4), Aradori 15 (3-5 1-5), James 11 (4-7 1-5), Cervi 4 (2-5); De Nicolao (0-1 da 3), S. Gentile 10 (2-3 2-3), Strautins, Polonara 12 (4-5), Lesic 9 (3-4 1-3). Allenatore: Menetti.
BANCO DI SARDEGNA: Lacey 6 (3-7 0-2), Johnson Odom 24 (4-8 4-6), Savanovic 11 (3-5 1-3), Carter 4 (2-4 0-2), Lydeka 10 (5-8); Stipcevic 10 (2-6 1-3), D’Ercole (0-1), Sacchetti 5 (1-3 da 3), Olaseni 10 (5-5). Ne Ebeling, Monaldi, Devecchi. All. Pasquini.
Arbitro: Paternicò, Baldini, Attard.
Note: parziali 13-16, 30-40, 59-55. Tiri: da 2 R 24-39, S 24-44; da 3 R 8-25, S 7-19; liberi R 14-17, S. 11-14. Rimbalzi: R 35 (12 off; Polonara 6), S 29 (9 off, 6 Olaseni). Recuperi: R 5, S 6. Perse: R 14, S 13. Assist: R 15, S 17 (6 Johnson-Odom). Spettatori: 4660.

A cura di Francesco Delendati

Tuttosport, basket. Caserta-Reggio 78-75, Giuri firma la tripla a 5″ dalla sirena. I finali non sono più della Grissin. Brillano Czyz, Watt e Putney, ma Pasta Reggia era sotto 60-63

Riccardo Cervi è il miglior centro italiano della serie A

Come nella semifinale di coppa Italia con Avellino, Reggio viene beffata allo scadere. A Caserta si arrende a 5” dalla sirena, alla tripla frontale di Marco Giuri, 28enne brindisino alla seconda stagione in A. E’ Stefano Gentile, casertano di Maddaloni, il migliore dei vicecampioni d’Italia, in sofferenza sotto canestro: delude Deron James. Il polacco Czyz azzecca la miglior partita della carriera, con il 12/16 al tiro, supportato dal lungo americano Watt e dalle 3 stoppate di Putney. Dal 60-63, Pasta Reggia piazza l’11-0 decisivo, grazie anche all’ala Bostic, mentre la difesa paralizza gli emiliani, per 5’ senza canestri. La rimonta è firmata Aradori, Gentile e Needham, sul 75 pari Giuri è freddo.

VANNI ZAGNOLI

Caserta-Reggio Emilia 78-75

PASTA REGGIA: Sosa 10 (3-13, 0-1), Bostic 6 (0-3 2-3), Gaddefors 1 (0-1 0-1), Watt 13 (3-6 0-1), Putney 4 (2-5 0-1); Giuri 8 (1-1 2-5), D. Cinciarini 8 (1-4 1-1), Czyz 26 (12-15 0-1), Metreveli 2 (1-1). Ne Ventrone, Jackson, Cefarelli. Allenatore: Dell’Agnello.

GRISSIN BON: Needham 9 (3-6 1-4), Gentile 14 (1-4 4-7), Della Valle 11 (1-5), Polonara 5 (1-1 1-3), Cervi 9 (2-5); De Nicolao 3 (0-2 1-1), Aradori 11 (2-4 1-6), Lesic 8 (3-4), James 7 (1-3 1-3), Bonacini ne. Allenatore: Menetti.

Arbitri: Sahin, Lo Guzzo, Ranaudo.

Note: i parziali 18-14, 40-37, 60-63. Tiri: da 2 C 23-49, R 14-34; da 3, C 6-14, R 9-24; liberi: C 14-16, R 16-25. Rimbalzi: C 42 (10 off; 9 Watt, 8 Czyz), R 28 (3; 10 Cervi, Polonara). Recuperi: C 5, R 12.

Perse: C 14 (4 Sosa), R 10. Assist: C 9 (5 Sosa), R 4. 5 falli: Bostic. Spettatori: 4mila.

 

Pianetabasket.com. Telereggio e Teletricolore trasmetteranno in contemporanea la Grissin Bon, è la prima volta, per emittenti locali concorrenti. Mazzoni: “I diritti sono di Pallacanestro Reggiana”. Telereggio irradia su Recs, 645 dt

http://www.pianetabasket.com/il-caso/lega-a-telereggio-e-teletricolore-trasmetteranno-in-contemporanea-la-grissin-bon-e-la-prima-volta-per-emittenti-locali-della-stessa-citta-124375

(v.zagn.) E’ il debutto su Pianetabasket. Grazie a Roberto Bernardini, a Umberto De Santis. E ai curatori di vannizagnoli.it

di Vanni Zagnoli

Indaghiamo o non indaghiamo?

Dunque, Telereggio e Teletricolore trasmetteranno in contemporanea le dirette sempre, in teoria. Non solo domani.

Veniamo a sapere che difficilmente poi Telereggio darà seguito alla diretta, ma da altre fonti, invece, sappiamo che le trasmetterà tutte. I diritti se li è tenuti la Pallacanestro Reggiana, per questa stagione, e quindi si valuterà di volta in volta.

Comunque, è la prima volta che due emittenti concorrenti fanno, con regolarità, in base al comunicato, la doppia diretta. Gratis, in effetti, se intuiamo bene.

Dal PalaBigi il wifi non è buono, altrimenti noi stessi potremmo fare la diretta. “Ma il web è diverso”, dice Mazzoni (nella foto).

Comunque, strana, questa situazione, per emittenti concorrenti e in stato di crisi, come tutta o quasi l’editoria nazionale.

Oh, Telereggio trasmetterà tutte le dirette sul canale 645, Recs, in genere dedicato a brani del passato, splendide trasmissioni, ma solo in casi eccezionali irradierà il segnale anche sul canale 14.

 

Domani il dopopartita sarà a cura di Luca Montanari, ci aspettiamo anche Ferruccio Landini, mentre come telecronista scommettiamo sul grande Fabrizio Montanari.

Teletricolore, immaginiamo la squadra abituale. La prima vedrà certamente al via Davide Draghi e lo specialista Alessandro Caraffi, detto Taffi. O Filippo Bartoli. Raimondo Vecchi non va in trasferta.

 

Basket, la morte di Abdul Jeelani, ex Gary Cole. Fece grande Livorno nei primi anni ’80. Si era ridotto a vivere come un barbone

(v. zagn.) Basket, la morte di Abdul Jeelani (in copertina), ex Gary Cole.
Con l’ azzurro Flavio Carera fece grande Livorno.
Non c’era, peraltro, quando Livorno sfiorò lo scudetto.
A carriera finita si era ridotto a vivere come un barbone.
A cura di Francesco Delendati

 

Basket, Bargnani al Baskonia, Spagna. La delusione del mago. Il suo flop coincide con le 3 assenze della nazionale alle olimpiadi

(Vanni Zagnoli) Andrea Bargnani va al Baskonia, in Spagna.

È l’occasione per raccontare la delusione del mago, era molto più quotato, anni fa.

Con la nazionale è bravino, ma in difesa dà poco e il suo flop coincide con le 3 assenze di fila dell’Italia dall’olimpiade.

Ricordo quando Veltroni, a Roma, come sindaco, lo vezzeggiava anche in tv.

Si è perso da tempo, rispetto alla premesse, fra i 6 italiani che hanno toccatol’nba complessivamente ha l’impatto inferiore, in senso assoluto, in carriera, sul basket.

A cura di Francesco Delendati

Basket femminile. Luigi Piatti ha vinto il lodo con il Tricolore, Ferruccio Landini potrebbe restare come presidente onorario

(v.zagn.) Luigi Piatti ha vinto il lodo per il licenziamento subito dal basket Tricolore, la società reggiana di serie B.  Dunque la società dovrà pagargli ogni spettanza.

Si parla di un avvicendamento al vertice, con Ferruccio Landini (in copertina) che resterebbe come presidente onorario, mentre presidente dovrebbe diventare un genitore di una ragazza.

Come allenatrice resta Ilaria Orlandini

Basket, in Nba pensano di introdurre il tiro da 4 punti. Si potrebbe ipotizzare un jolly per disciplina

(v. zagn.) Il tiro da 4 punti in Nba come ipotesi, da 12 metri. Sarebbe come una lotteria, il tiro da metà campo. Ci stanno pensando.

Disciplina per disciplina, si potrebbe ipotizzare un jolly, per ravvivare le partite. Nella pallanuoto, per esempio, un tiro da metà campo da far valere due gol. Idem nella pallamano. Così, sport per sport. Solo ipotesi, ovvio.

A cura di Francesco Delendati

Basket. Il racconto di Italia-Croazia, fra Zagnoli (“Azzurri pasticcianti, sempre, quando conta”), Sky (Flavio Tranquillo e Davide Pessina: A. Mamoli e M. Soragna) e RadioRai (Massimo Barchiesi e Attilio Caja)

Il racconto della serata di Vanni Zagnoli (in copertina con la firma de Il Messaggero, Carlo Santi), osservando l’Italia con la Croazia. Fra pensieri in libertà, gorgheggi di Flavio Tranquillo, ispirato da Dan Peterson, e gli attacchi fuori ritmo di Marco Belinelli e compagni. I croati hanno strameritato

 

A cura di Giangabriele Perre