Il Gazzettino, tennis. All’Us Open, Roberta Vinci resiste un set: un tendine, la schiena e la Kerber hanno la meglio. Quel game omaggiato per errore dal giudice di sedia

Vanni Zagnoli

Niente semifinale per Roberta Vinci, agli Us Open. La tarantina avanza nel primo set per 5-4 per subire 9 games di fila. Si arrende dunque ai vantaggi nel parziale di avvio, dopo essere stata a due punti dall’1-0. Sul 30 pari, lo scambio è lungo e guidato dalla pugliese, Angelique Kerber è brava ad aggiudicarselo, rovesciando il match. Per tre volte Vinci aveva conquistato un break, ma in ogni occasione perde subito il servizio.

Lunedì si era allenata appena un quarto d’ora e senza palla, per la tendinite alla gamba sinistra e i problemi alla schiena, perciò proprio da sinistra gioca sempre il rovescio. Sullo 5-6 e 0-40, addirittura le viene sanzionato un fallo di piede al servizio, il replay dà comunque ragione al giudice di linea.

All’inizio del secondo set, Roby concede 9 punti di seguito. Sullo 0-5 ha un sussulto e almeno porta un gioco ai vantaggi. Azzecca una volèe, confermandosi la più spettacolare del circuito nel colpo sottorete. Dal fondo è imprecisa, si arrende alla bellissima Angelica, vincitrice dell’Australian Open e semifinalista a Flushing Meadows già nel 2011: è numero 2 al mondo, può scalzare Serena Williams dal vertice. “Mi è servita molta forza d’animo – spiega la tedesca -, per chiudere il primo set”. Durato 55’, con una guerra palla su palla e bei colpi reciproci. Nelle ultime 5 edizioni, solo una volta Vinci ha mancato la qualificazione ai quarti, a 33 anni poteva bissare la finale della scorsa edizione, persa contro Flavia Pennetta, ma si arena contro la tranquillità di Kerber, nervosa solo per 9 games. Sino a ieri Vinci aveva concesso appena un set, meritava il primo, in cui è stata superiore alle previsioni, anche nel dritto. Il giudice di sedia quasi si intenerisce e alla fine declama il punteggio regalandole un game, nel secondo set, incappando in un errore inconsueto. Ora Robertina uscirà dalla top ten Wta, per attestarsi sul 15° posto. Torna in Italia per curarsi e a fine anno deciderà se continuare. Gli appassionati sperano che sia longeva quanto Francesca Schiavone, ancora in campo a 36 anni.

QUARTI. Vinci-KERBER 0-2: 5-7, 0-6. Stasera (Eurosport): S. Williams (Usa)-Halep (Romania), Konjuh (Croazia)-Pliskova (Cechia).

Maschi. Alle 18, Nishikori (Giappone)-Murray (Gran Bretagna), all’1 Del Potro (Argentina)-Wawrinka (Svizzera).

A cura di Valmore Fornaroli